Comitato DSA


Vai ai contenuti

 

Regione Puglia: Le norme relative alla DISLESSIA



LEGGE REGIONALE DELLA PUGLIA
25 febbraio 2010, n. 4
“Norme urgenti in materia di sanità e servizi sociali”.
Art.52
Interventi in favore di persone affette da dislessia e da disturbi specifici dell’apprendimento

  1. La Regione riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) in quanto, limitando l’utilizzo delle capacità di lettura, di scrittura e di calcolo, ostacolano il pieno sviluppo delle potenzialità dell’individuo.
  2. La Regione promuove e sostiene interventi a favore dei soggetti caratterizzati dai disturbi di cui al comma 1 volti a incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari al fine di:
    1. assicurare adeguate possibilità per l’identificazione precoce dei DSA e per la riabilitazione dei soggetti che ne sono interessati;
    2. sensibilizzare e preparare gli insegnati e i genitori in merito alle problematiche collegate ai DSA;
    3. favorire il successo scolastico e prevenire blocchi nell’apprendimento degli alunni con DSA, predisponendo misure adeguate di supporto;
    4. agevolare la piena integrazione in ambito sociale e lavorativo di coloro che hanno un DSA;
    5. sostenere l’acquisto nelle scuole di strumenti informatici dotati di video scrittura con correttore ortografico e sintesi vocale e di altri strumenti alternativi, informatici o tecnologici, per facilitare i percorsi didattici degli alunni.
  3. La Regione , nell’ambito della programmazione sociosanitaria di cui al piano di azione annuale “Diritti in rete” e delle relative risorse finanziare, promuove iniziative con cadenza annuale volte a sensibilizzare le famiglie, la scuola, il mondo del lavoro, le realtà sanitarie e l’associazionismo alla problematica dei disturbi specifici di apprendimento e a incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante tutto l’arco scolastico.
  4. Nell’ambito della programmazione regionale nel settore della formazione professionale sono previsti interventi per la formazione e l’aggiornamento in materia di problematiche relative ai DSA, con particolare riferimento alla loro precoce individuazione, strategie didattiche adeguate, percorsi educativi individualizzati, effettuati da enti di formazione accreditati, rivolti a:
    1. personale docente e dirigente delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia;
    2. operatori sanitari e sociosanitari;
    3. assistenti sociali, educatori sociali ed educatori professionali.
  5. La Regione adotta ogni misura necessaria per adeguare il proprio sistema sanitario alle problematiche dei disturbi specifici di apprendimento, dotando i servizi di neuropsichiatria infantile di personale qualificato e strumenti diagnostici idonei predisponendo una campagna di screening e monitoraggio su tutto il territorio regionale.



 

Home Page | Risultati e attese | Cosa sono i D.S.A. | D.S.A. e Scuola | Contatti | Link utili | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu